La prima volta di Stefanos

La prima volta che lo abbiamo visto giocare dal vivo, era il 2018 alle Next Gen Finals di Milano, che lui, Stefanos Tsitsipas, vinse nella finale del torneo su Alex De Minaur. Ci colpì il suo saper stare in campo, sempre perfetto nell’approccio al colpo ed un rovescio ad una mano che ricordava quello dei grandissimi della specialità.

Dopo due finali 1000 perse, contro Djokovic e Nadal, e dopo aver già vinto le Finals, e per questo titolato a fregiarsi del titolo di “maestro”, per Tsitsipas è arrivata finalmente quella vittoria necessaria nel processo di crescita che lo porterà ad essere un protagonista di primissimo piano del circuito per molti anni a venire. Ha scelto un palcoscenico di primo piano, il greco, per battezzare il successo tanto anelato.

Il torneo di Monte Carlo rappresenta, nel circuito dei mille, uno di quei tornei che per blasone, storia ed importanza scenica, nulla ha da invidiare ai torneo dello Slam e lo ha vinto con una prova schiacciante di superiorità degna dei più grandi. Degna di chi ha i galloni del predestinato. Rublev, macchina da guerra della nouvelle vague dei tennisti russi, poco ha potuto, ma siamo consapevoli, anche in questo caso, di trovarci di fronte ad uno dei futuri protagonisti del circuito. Oggi no.

Oggi è il giorno di Stefanos Tsitsipas. Deo greco del tennis che non vede l’ora di diventare il numero 1.

Carlo Galati

Questa voce è stata pubblicata in Sport. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...