Mark, lo sprint infinito

Ci sono dei record che restano lì ad indicare agli altri la strada maestra: Eddy Merckx il 29 giugno di 52 anni fa ha indossato per la prima volta nella sua carriera la maglia gialla. E’ detentore praticamente del record di tutto, compreso quello delle vittorie al Tour de France, 34. Anche se di strada ancora da fare ce n’è ancora parecchia, è un numero che Mark Cavendish può pensare di insidiare: a Fougères arriva la 31esima per il britannico, addirittura 5 anni dopo la numero 30. Una emozione forte, vissuta tra le lacrime per un campione che sembrava destinato agli almanacchi e che invece, dopo una lunga astinenza, in questa stagione quegli almanacchi a ricominciato ad aggiornarli.

Lacrime e parole di ringraziamento per una squadra (la Deceunink) che ha fermamente creduto in lui, portandolo alla Grande Boucle come velocista di punta dopo il forfait in extremis di Sam Bennett. Una vittoria che a 36 anni sa di rivalsa e dimostrazione di forza lanciando un messaggio ai tanti che pensavano fosse finito: il traguardo è ancora lontano.

Carlo Galati

Questa voce è stata pubblicata in Sport. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...