Una Cocciaretto azzurra allo Us Open

Erano ben 18 gli italiani ai nastri di partenza delle qualificazioni dello UsOpen, grandi speranza di un battaglione compatto e portabandiera dei colori azzurri in quello che è l’ultimo Slam dell’anno e che sarebbe potuto essere un tripudio tricolore con l’ufficializzazione della lingua italiana come lingua ufficiale del tennis. Ma tra il dire e il fare c’è di mezzo un mare di 18 sconfitte; percorso netto, purtroppo.

Gli ultimi a mollare il colpo sono stati Maestrelli, Cobolli, Agamenone, Arnaldi e Seppi, con il primo impegnato in una sfida epica con il portoghese Nuno Borger risoltasi a favore di quest’ultimo solo all’ultimo e decisivo tie break.

A ridare luce a questa oscura tornata di qualificazioni ci ha pensato Elisabetta Cocciaretto che ha battuto Whitney Osuigwe in due set accedendo al main draw che dunque vedrà altri dieci italiani ai nastri di partenza, cinque uomini (Sinner, Berrettini, Musetti, Sonego e Fognini) e cinque donne (Trevisan, Giorgi, Paolini, Bronzetti e Cocciaretto). Quando si parla di parità di genere, il tennis è già molto avanti, sperando che, questa volta, il nostro piccolo battaglione possa avanzare quanto più compatto possibile.

Carlo Galati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...